×

Buste Goffrate

Visualizzati 1-12 su 23 articoli

Le Buste goffrate per le Macchine sottovuoto

Le buste goffrate sono buste per macchine sottovuoto ad aspirazione esterna.  

La loro goffratura consente la massima aspirazione dell’aria quando il macchinario è in funzione, potenziando l’igiene e la freschezza degli alimenti posti all’interno di ogni singola busta. 

Quando si scelgono le buste goffrate più indicate per il proprio macchinario, è necessario considerare specifici elementi. 

Normalmente le buste goffrate sono prodotte in poliammide/polietilene ed hanno uno spessore variabile tra i 60 ed i 170 micron. Un eccellente via di mezzo tra queste misure di spessore è 105 micron. Alcune buste goffrate sono costituite in materiali che consentono anche la cottura, per cuocere l’alimento senza perdere il sottovuoto. Alcune buste goffrate sono adatte anche al congelamento: se si desidera conservare in freezer i propri alimenti è bene scegliere delle buste studiate per assicurare la conservazione sino a -40 gradi. 

E’ bene scegliere buste goffrate BPA free, idonee al contatto alimentare e soprattutto studiate per non favorire la cessione di sostanze dannose per la salute quando la busta viene posta a contatto con un alimento caldo.  

E’ molto importante inoltre rispettare le indicazioni d’uso per le buste goffrate: ogni marca ha le proprie caratteristiche ed in particolare produce buste idonee all’uso con temperature differenti. Inoltre è consigliato scegliere buste della stessa marca del proprio macchinario sottovuoto. 

Per evitare danneggiamenti alle macchine sottovuoto è necessario scegliere buste goffrate di ottima qualità. Qualora le buste non lo fossero infatti, si rischierebbero di rompere durante la creazione del sottovuoto e causare malfunzionamenti ai macchinari stessi. Inoltre, qualora le buste non fossero di spessore e trama pronunciata, un ulteriore rischio risulterebbe quello di rottura dopo la creazione del sottovuoto (favorendo l’ingresso d’aria a contatto con la pietanza stessa e la formazione di muffe e batteri). Ecco perché è molto importante scegliere le migliori buste goffrate per la propria macchina sottovuoto ad aspirazione esterna. 

Le migliori buste goffrate sono caratterizzate dalla presenza di più strati PA/PE che garantiscono un’eccellente resistenza ed evitano che le buste possano rompersi sia a contatto con il macchinario (durante la fase di creazione del sottovuoto) sia successivamente. Le buste goffrate REBER sono composte da 3 strati con uno spessore di 105 micron e sono idonee al contatto con gli alimenti per la cottura sottovuoto a 60°C x 8h massimo oppure a 100°C x 4h massimo.

Buste goffrate e conservazione sottovuoto: ecco tutti i benefici

Un alimento sottovuoto inserito in una busta goffrata permette una conservazione maggiore rispetto a quella ottenibile se il cibo restasse a diretto contatto con l’aria. 

La conservazione sottovuoto infatti presenta numerosi benefici. 

Innanzitutto previene gli sprechi alimentari. Se il cibo resta a diretto contatto con l’aria è maggiormente soggetto alla formazione di batteri e muffe. Questo accade perché i batteri necessitano di ossigeno per replicarsi: quando vengono posti in assenza di ossigeno non riescono a replicarsi e non danneggiano quindi l’alimento su cui si trovano. Questa caratteristica presenta un notevole beneficio per la salute umana: i cibi sottovuoto si conservano infatti nettamente più a lungo. 

La conservazione sottovuoto è indicata sia per gli alimenti crudi, sia per quelli cotti. In particolare questi ultimi non andranno incontro ad ossidazione perché non saranno posti a contatto con l’aria. L’ossidazione degli alimenti è un processo che accentua la produzione di radicali liberi nell’organismo ed inoltre causa la perdita di importanti proprietà nutritive per le pietanze stesse. 

La conservazione sottovuoto è inoltre un metodo conservativo che riduce la necessità d’impiego dei conservanti alimentari. Numerosi studi scientifici indicano come i conservanti (specialmente quelli impiegati per insaccati e prodotti a base di carne) siano sostanze potenzialmente cancerogene, che è bene ridurre per preservare la salute del proprio organismo.  

Conservare sottovuoto una pietanza pronta consente di prolungarne la durata di cinque volte. 

Attraverso la conservazione sottovuoto è possibile infine preservare al meglio le caratteristiche nutritive degli alimenti, il loro colore ed il loro originario profumo.