×

Le enoteche sono luoghi dove è possibile acquistare e degustare una vasta gamma di vini, distillati e birre.  

Gli alcolici proposti nelle enoteche sono generalmente acquistabili in bottiglia, con il beneficio di ricevere consigli personalizzati da parte di personale adeguatamente formato, durante tutta la fase d'acquisto. 

Le enoteche sono locali esteticamente simili a taverne che in passato proponevano esclusivamente vini locali, mentre oggi ospitano e rivendono una selezione di vini  molto più ampia.

Nonostante questo, la maggior parte delle "etichette" proposte dalle enoteche resta di produzione italiana, con particolare attenzione alle numerose tipologie di vino di cui l'Italia è una delle migliori produttrici a livello mondiale. Non mancano prodotti esteri dei nostri vicini Francesi con produzioni che però rimandano anche a luoghi ben più lontani come il Sud America e l'Australia.

La viticoltura in Italia è molto diffusa: ogni regione ha i suoi vitigni  ed attualmente il nostro paese è il maggiore produttore mondiale di vino, con una produzione annuale di oltre 54 milioni di ettolitri (di cui oltre 18 milioni di ettolitri destinati all'esportazione).  In Italia ci sono oltre 383.645 aziende che praticano la viticoltura.

L' Italia e i suoi vini

I vitigni italiani si distinguono sia per il colore degli acini d’uva prodotti, sia per la forma e la grandezza di grappoli e foglie. Esistono diverse tipologie di viti, che maturano in differenti periodi e conferiscono differenti proprietà organolettiche agli acini d’uva e al vino che producono.
In relazione al colore dell’uva prodotta, troviamo vitigni produttori di:
Acini neri (o, come sarebbe meglio definirli, acini rossi)
Acini bianchi
Acini grigi

I  vitigni italiani più famosi sono: il Nebbiolo, il Sangiovese, la Barbera, il Primitivo, il Montepulciano (per quel che concerne la produzione dei vini rossi), il Trebbiano, il Vermentino , la Vernaccia, il Moscato e la Malvasia.  

Questi vitigni producono differenti tipologie di vino (ferme o frizzanti). I vini fermi (bianchi o rossi) si ottengono grazie a tradizionali fermentazioni, che avvengono dopo aver ottenuto il mosto attraverso una leggera ed uniforme pressatura delle uve.

I vini con bollicine, detti anche frizzanti, vengono invece sottoposti altresì a processi di spumatizzazione naturale o artificiale.
Per produrre il vino, dopo aver ottenuto il mosto tramite pressatura degli acini d’uva raccolti, è necessario attuare un processo di vinificazione. Questo procedimento consente di trasformare il mosto in vino, attraverso la trasformazione degli zuccheri del mosto a carico di specifici lieviti aggiunti. Tale procedimento, detto anche fermentazione, avviene con tecniche diverse.

Tecniche di fermentazione e "bollicine"

Le tecniche di fermentazione del vino più conosciute sono le seguenti: 

  • Metodo Charmat, consistente nella fermentazione del vino in una vasca d'acciaio o autoclave, che consente ai lieviti aggiunti al massimo degli zuccheri in alcol e anidride carbonica; 
  • Metodo Barrique, consistente nel passaggio in botti di legno piccole di 225 Lt di rovere per conferire maggiore struttura al vino ottenuto. Questo fa si che il vino grazie all'ossigenazione dovuto al legno, prende dei profumi che rimandano a note di vaniglia, sentori speziati e note di affumicatura.

Settore importante è anche quello delle cosiddette "bollicine". La tipologia più conosciuta al mondo è quello dello Champagne (prende il nome dalla regione di produzione). La sua produzione è data dall' utilizzo di uve di Pinot Nero che vengono lavorate con metodo Classico (conosciuto anche come metodo Champenoise) che consiste nella seconda rifermentazione in bottiglia. Il metodo Charmat comporta invece la rifermentazione in grandi autoclavi di acciaio, basti pensare alla nostre Uve Prosecco con i quali siamo soliti iniziare cene e aperitivi.

Anche l'Italia ha le sue bollicine prodotte con la stessa tipologia di vino e si chiama Francia Corta (anche qui il nome deriva dalla sua zona di produzione, zona collinare situata tra Brescia e l'estremità meridionale del Lago d'Iseo, in Lombardia). Sia il metodo di fermentazione impiegato, sia l'uso di varietà singole di uva o miscele di più acini d'uva differenziata, si può ottenere vini molto diversi nel gusto e nell'aspetto.

I principali abbinamenti vino-cibi

Ogni vino si presta a specifici abbinamenti con il cibo. Ecco alcuni dei più noti abbinamenti vino-cibo

  • Con gli antipasti di carne bianca o pesce, è consigliato abbinare un vino bianco dal sapore secco e leggermente frizzante;
  • Con i piatti a base di salumi freschi a medio-alto tasso di sapidità come il prosciutto crudo, è consigliato l'abbinamento con un vino rosato fresco o un rosso giovane;
  • Con le verdure crude è consigliato abbinare un vino bianco e morbido, preferibilmente fermo;
  • Con le frittate d'uovo , è bene abbinare un vino rosato;
  • Con la pasta , minestre o risotti E ideale da abbinare a vini bianchi se il condimento E una base di verdure e Vini Rossi se e presente della carne saporita (venire la salsiccia);
  • Con i secondi piatti a base di pesce o crostacei sono consigliati gli abbinamenti con vini bianchi non troppo secchi o rosati;
  • Con i secondi piatti a base di carne rossa invece sono consigliati vini rossi corposi e di buona struttura;
  • Per quel che concerne i formaggi è importante valutare il grado di stagionatura del formaggio stesso, scegliere vini bianchi per i formaggi dal gusto tenue o a pasta molle e vini rossi per i formaggi molto stagionati o piccanti;

Il consiglio generale, quando si cerca di ricreare il miglior abbinamento tra vino e cibo, è quello di rispettare il gusto che si da entrambi. In particolare, un piatto dal sapore più intenso si sposerà meglio con un vino delicato, mentre un piatto dal sapore più intenso si troverà d'accordo con un vino importante.  

Le enoteche sono luoghi dove è possibile acquistare e degustare una vasta gamma di vini, distillati e birre.  

Gli alcolici proposti nelle enoteche sono generalmente acquistabili in bottiglia, con il beneficio di ricevere consigli personalizzati da parte di personale adeguatamente formato, durante tutta la fase d'acquisto. 

Le enoteche sono locali esteticamente simili a taverne che in passato proponevano esclusivamente vini locali, mentre oggi ospitano e rivendono una selezione di vini  molto più ampia.

Nonostante questo, la maggior parte delle "etichette" proposte dalle enoteche resta di produzione italiana, con particolare attenzione alle numerose tipologie di vino di cui l'Italia è una delle migliori produttrici a livello mondiale. Non mancano prodotti esteri dei nostri vicini Francesi con produzioni che però rimandano anche a luoghi ben più lontani come il Sud America e l'Australia.

La viticoltura in Italia è molto diffusa: ogni regione ha i suoi vitigni  ed attualmente il nostro paese è il maggiore produttore mondiale di vino, con una produzione annuale di oltre 54 milioni di ettolitri (di cui oltre 18 milioni di ettolitri destinati all'esportazione).  In Italia ci sono oltre 383.645 aziende che praticano la viticoltura.

L' Italia e i suoi vini

I vitigni italiani si distinguono sia per il colore degli acini d’uva prodotti, sia per la forma e la grandezza di grappoli e foglie. Esistono diverse tipologie di viti, che maturano in differenti periodi e conferiscono differenti proprietà organolettiche agli acini d’uva e al vino che producono.
In relazione al colore dell’uva prodotta, troviamo vitigni produttori di:
Acini neri (o, come sarebbe meglio definirli, acini rossi)
Acini bianchi
Acini grigi

I  vitigni italiani più famosi sono: il Nebbiolo, il Sangiovese, la Barbera, il Primitivo, il Montepulciano (per quel che concerne la produzione dei vini rossi), il Trebbiano, il Vermentino , la Vernaccia, il Moscato e la Malvasia.  

Questi vitigni producono differenti tipologie di vino (ferme o frizzanti). I vini fermi (bianchi o rossi) si ottengono grazie a tradizionali fermentazioni, che avvengono dopo aver ottenuto il mosto attraverso una leggera ed uniforme pressatura delle uve.

I vini con bollicine, detti anche frizzanti, vengono invece sottoposti altresì a processi di spumatizzazione naturale o artificiale.
Per produrre il vino, dopo aver ottenuto il mosto tramite pressatura degli acini d’uva raccolti, è necessario attuare un processo di vinificazione. Questo procedimento consente di trasformare il mosto in vino, attraverso la trasformazione degli zuccheri del mosto a carico di specifici lieviti aggiunti. Tale procedimento, detto anche fermentazione, avviene con tecniche diverse.

Tecniche di fermentazione e "bollicine"

Le tecniche di fermentazione del vino più conosciute sono le seguenti: 

  • Metodo Charmat, consistente nella fermentazione del vino in una vasca d'acciaio o autoclave, che consente ai lieviti aggiunti al massimo degli zuccheri in alcol e anidride carbonica; 
  • Metodo Barrique, consistente nel passaggio in botti di legno piccole di 225 Lt di rovere per conferire maggiore struttura al vino ottenuto. Questo fa si che il vino grazie all'ossigenazione dovuto al legno, prende dei profumi che rimandano a note di vaniglia, sentori speziati e note di affumicatura.

Settore importante è anche quello delle cosiddette "bollicine". La tipologia più conosciuta al mondo è quello dello Champagne (prende il nome dalla regione di produzione). La sua produzione è data dall' utilizzo di uve di Pinot Nero che vengono lavorate con metodo Classico (conosciuto anche come metodo Champenoise) che consiste nella seconda rifermentazione in bottiglia. Il metodo Charmat comporta invece la rifermentazione in grandi autoclavi di acciaio, basti pensare alla nostre Uve Prosecco con i quali siamo soliti iniziare cene e aperitivi.

Anche l'Italia ha le sue bollicine prodotte con la stessa tipologia di vino e si chiama Francia Corta (anche qui il nome deriva dalla sua zona di produzione, zona collinare situata tra Brescia e l'estremità meridionale del Lago d'Iseo, in Lombardia). Sia il metodo di fermentazione impiegato, sia l'uso di varietà singole di uva o miscele di più acini d'uva differenziata, si può ottenere vini molto diversi nel gusto e nell'aspetto.

I principali abbinamenti vino-cibi

Ogni vino si presta a specifici abbinamenti con il cibo. Ecco alcuni dei più noti abbinamenti vino-cibo

  • Con gli antipasti di carne bianca o pesce, è consigliato abbinare un vino bianco dal sapore secco e leggermente frizzante;
  • Con i piatti a base di salumi freschi a medio-alto tasso di sapidità come il prosciutto crudo, è consigliato l'abbinamento con un vino rosato fresco o un rosso giovane;
  • Con le verdure crude è consigliato abbinare un vino bianco e morbido, preferibilmente fermo;
  • Con le frittate d'uovo , è bene abbinare un vino rosato;
  • Con la pasta , minestre o risotti E ideale da abbinare a vini bianchi se il condimento E una base di verdure e Vini Rossi se e presente della carne saporita (venire la salsiccia);
  • Con i secondi piatti a base di pesce o crostacei sono consigliati gli abbinamenti con vini bianchi non troppo secchi o rosati;
  • Con i secondi piatti a base di carne rossa invece sono consigliati vini rossi corposi e di buona struttura;
  • Per quel che concerne i formaggi è importante valutare il grado di stagionatura del formaggio stesso, scegliere vini bianchi per i formaggi dal gusto tenue o a pasta molle e vini rossi per i formaggi molto stagionati o piccanti;

Il consiglio generale, quando si cerca di ricreare il miglior abbinamento tra vino e cibo, è quello di rispettare il gusto che si da entrambi. In particolare, un piatto dal sapore più intenso si sposerà meglio con un vino delicato, mentre un piatto dal sapore più intenso si troverà d'accordo con un vino importante.  

TECFRIGO: cantinette per la tua attività o per la tua casa

Espositori per Vino a temperatura unica per Enoteche, Ristoranti e Bistrot.

La TECFRIGO con sede in provincia di Reggio Emilia, ha dedicato una parte della sua produzione alla cantinette per vino.
Le cantinette oltre a refrigerare bottiglie di vino rosso e bianco sono state concepite e realizzate con l'utilizzo dei migliori materiali in modo da risaltare non solo il lato funzionale ma anche quello estetico. In effetti sono dei veri e propri oggetti di arredo ideali per qualsiasi ambiente, dall'enoteca al ristorante ma ottime anche per il vostro ambiente domestico.
Dal design elegante e ricercato hanno finitura in acciaio o nero così avrete modo di abbinarle al meglio con il vostro ambiente.

La maggior parte dei modelli sono dotati di vetro anti UV, grazie al quale le bottiglie disposte all'interno del frigorifero rimangono protette dai raggi di luce esterni che potrebbero alterare la temperatura interna e di conseguenza il vino stesso. Le griglie in legno scorrevoli all'interno dei frigoriferi, permettono di poter posizionare ed estrarre più facilmente le bottiglie scelte.

Cantinetta SOMMELIER 24 PLUS: per una Cucina Moderna, dal design ricercato.

stendipizza

Il modello Sommelier 24 Plus è una cantinetta da incasso. Le cantinette da incasso proposte da TECFRIGO possono rispondere alle esigenze di tutte quelle persone che inserire nella propria cucina domestica una Cantinetta Vino da Incasso . E' arrivato il momento giusto per ristrutturare la tua cucina inserendo un frigorifero per vino da incasso.

Il frigo per vino è dotato di una sola Temperatura da +5/+20° C con Classe Energetica A+, con una cornice in Acciaio Inox, compresa di maniglia verticale.

E' possibile gestire la temperatura tramite il pannello di controllo Touchpad con illuminazione di sfondo, situato all'interno della cantinetta nella parte superiore.
Capacità Griglie n° 3 con dimensioni di 465x305 mm.

Cantinetta SOMMELIER 18: ideale per dare un nuovo look alla Cucina di casa.

lI modello  Sommelier 18  proposto da TECFRIGO può rispondere alle esigenze di tutte quelle persone che inserire nella propria cucina domestica una Cantinetta Vino da Incasso.

La finitura esterna della cornice nero lucido creerà un perfetto camouflage con gli altri elettrodomestici presenti nella vostra cucina.

Nonostante le sue dimensioni ridotte (590x596x455h mm) è possibile inserire all'interno 18 bottiglie  da Ø 75 mm aiutati da 3 griglie telescopiche in legno di faggio. E 'dotata di centralina elettronica, e luce interna a Led blue di serie che dona alla vetrina stessa un'eleganza in più.

Anch'essa come la "sorella maggiore" SOMMELIER 24 PLUS ha il vetro fumè con il filtro per i raggi UV. Completano il tutto un display digitale della temperatura con pulsanti in alluminio robusti e durevoli.

TECFRIGO: cantinette per la tua attività o per la tua casa

Espositori per Vino a temperatura unica per Enoteche, Ristoranti e Bistrot.

La TECFRIGO con sede in provincia di Reggio Emilia, ha dedicato una parte della sua produzione alla cantinette per vino.
Le cantinette oltre a refrigerare bottiglie di vino rosso e bianco sono state concepite e realizzate con l'utilizzo dei migliori materiali in modo da risaltare non solo il lato funzionale ma anche quello estetico. In effetti sono dei veri e propri oggetti di arredo ideali per qualsiasi ambiente, dall'enoteca al ristorante ma ottime anche per il vostro ambiente domestico.

Dal design elegante e ricercato hanno finitura in acciaio o nero così avrete modo di abbinarle al meglio con il vostro ambiente.

La maggior parte dei modelli sono dotati di vetro anti UV, grazie al quale le bottiglie disposte all'interno del frigorifero rimangono protette dai raggi di luce esterni che potrebbero alterare la temperatura interna e di conseguenza il vino stesso. Le griglie in legno scorrevoli all'interno dei frigoriferi, permettono di poter posizionare ed estrarre più facilmente le bottiglie scelte.

Cantinetta SOMMELIER 24 PLUS: per una Cucina Moderna, dal design ricercato.

lI modello Sommelier 24 Plus  proposto da TECFRIGO può rispondere alle esigenze di tutte quelle persone che inserire nella propria cucina domestica una Cantinetta Vino da Incasso.

E' arrivato il momento giusto per ristrutturare la tua cucina inserendo un frigorifero per vino da incasso.

Il frigo per vino è dotato di una sola Temperatura da +5/+20° C con Classe Energetica A+, con una cornice in Acciaio Inox, compresa di maniglia verticale.

E' possibile gestire la temperatura tramite il pannello di controllo Touchpad con illuminazione di sfondo, situato all'interno della cantinetta nella parte superiore.
Capacità Griglie n° 3 con dimensioni di 465x305 mm.

stendipizza

Cantinetta SOMMELIER 18: ideale per dare un nuovo look alla Cucina di casa.

lI modello  Sommelier 18  proposto da TECFRIGO può rispondere alle esigenze di tutte quelle persone che inserire nella propria cucina domestica una Cantinetta Vino da Incasso.

La finitura esterna della cornice nero lucido creerà un perfetto camouflage con gli altri elettrodomestici presenti nella vostra cucina.

Nonostante le sue dimensioni ridotte (590x596x455h mm) è possibile inserire all'interno 18 bottiglie  da Ø 75 mm aiutati da 3 griglie telescopiche in legno di faggio. E 'dotata di centralina elettronica, e luce interna a Led blue di serie che dona alla vetrina stessa un'eleganza in più.

Anch'essa come la "sorella maggiore" SOMMELIER 24 PLUS ha il vetro fumè con il filtro per i raggi UV. Completano il tutto un display digitale della temperatura con pulsanti in alluminio robusti e durevoli.

Le 3 tipologie di cantinette per il vino

Possiamo classificare le Cantinette per il vino in: Cantinette Vino da Incasso - Cantinette Vino con Doppia Temperatura - Cantinette Vino a libera installazione.

Da Incasso

  • Doppia Temperatura: +2/+12° C; +12/+20° C
  • Porta vetro nero senza cornice
  • 2 Led orizzontali
  • Termometro digitale
  • KLIMAITALIA

Doppia Temperatura

  • Temperatura +5/+20° C
  • In dotazione 6 ripiani: 452x305 mm
  • Luce a led
  • Bottiglie: n° 48 da Ø 75 mm
  • TECFRIGO

A libera installazione

  • Mono temperatura
  • Stile Classico
  • Luce LED con interruttore
  • Rivestita in legno: finitura noce chiaro
  • UCINQUE

A libera installazione

  • Luce interna LED
  • Touch screen
  • Colore esterno: Acciaio inox
  • 4 griglie (502 x 397 mm)
  • UCINQUE

Le 3 tipologie di cantinette per il vino

Possiamo classificare le Cantinette per il vino in: Cantinette Vino da Incasso - Cantinette Vino con Doppia Temperatura - Cantinette Vino a libera installazione.

Da Incasso

  • Doppia Temperatura: +2/+12° C; +12/+20° C
  • Porta vetro nero senza cornice
  • 2 Led orizzontali
  • Termometro digitale
  • KLIMAITALIA

Doppia Temperatura

  • Temperatura +5/+20° C
  • In dotazione 6 ripiani: 452x305 mm
  • Luce a led
  • Bottiglie: n° 48 da Ø 75 mm
  • TECFRIGO

A libera installazione

  • Luce interna LED
  • Touch screen
  • Colore esterno: Acciaio inox
  • 4 griglie (502 x 397 mm)
  • UCINQUE

A libera installazione

  • Mono temperatura
  • Stile Classico
  • Luce LED con interruttore
  • Rivestita in legno: finitura noce chiaro
  • UCINQUE