Orientarsi nel mercato e trovare la macchina sottovuoto che fa per te può essere un vero incubo. Nei negozi, negli e-commerce ne puoi trovare di ogni tipo. Ecco perché abbiamo pensato di scrivere questa guida per te. Un articolo che risponderà a tutte le tue domande e ti aiuterà a scegliere la migliore macchina sottovuoto professionale per la tua attività, o, perché no, da usare in casa.

Al pari di tutte le altre attrezzature professionali, le macchine sottovuoto ricoprono oggi una rilevante importanza, tanto nei negozi, quanto nelle cucine (professionali e non). I negozi di elettrodomestici all’angolo, i grandi supermercati come Lidl o gli store specializzati (Mediaworld ne è un esempio) offrono una gamma di prodotti a prezzo ridotto, ma dalla durata limitata. Insomma: se stai pensando di acquistare una macchina per il sottovuoto trovare quella che fa per te può essere complicato.

Già. Complicato, ma non impossibile. Ti basta infatti capire le differenze tra le varie tipologie e proprio per questa ragione nasce la nostra guida. 

Cominciamo!

Cos’è e cosa serve una macchina sottovuoto?

Una macchina per il sottovuoto non è altro che un accessorio che permette ai tuoi alimenti di allungare il proprio tempo di conservazione. Il principio è molto semplice: il sottovuoto è un metodo di conservazione che si basa sull’aspirazione dell’aria dai contenitori, gli incarti o gli involucri che contengono un dato alimento. L’aspirazione dell’aria quindi fa sì che venga a mancare l’ossigeno che tiene in vita (o dà la vita) a microorganismi e muffe, le quali, poi, vanno ad alterare le proprietà biologiche e organolettiche degli alimenti. Il sottovuoto e l’atmosfera controllata quindi impediscono la formazione naturale di questi organismi, permettendoci di conservare gli alimenti più a lungo.

Quali sono le diverse tipologie?

Come dicevamo prima, le macchine per il sottovuoto presenti sul mercato oggi sono diverse. In questo mare magnum di opportunità però, c’è da dire che le tipologie di macchine sono principalmente due:

  1. Macchine sottovuoto a campana;

  2. Macchine sottovuoto ad aspirazione controllata.

Vediamo le differenze tra una macchina e l’altra. 

La macchina sottovuoto a campana

Il funzionamento delle macchine sottovuoto a campana è diverso. Il meccanismo si basa sull’utilizzo di una campana, una sorta di bolla, dalla quale viene sottratto l’ossigeno. In poche parole è come se si avessero due sacchetti. Uno esterno e uno interno; proprio all’interno di questa seconda sacca quindi verrà sottratto l’ossigeno, permettendoti di conservare non solo alimenti solidi, ma anche alimenti liquidi di ogni tipo.

La macchina sottovuoto ad aspirazione controllata 

A questa tipologia appartengono le macchine, delle quali potrai fare si un uso domestico che professionale. Si tratta di attrezzature che semplicemente aspirano tutta l’aria presente in un dato involucro, rendendo praticamente la confezione chiusa ermeticamente e priva di qualsiasi traccia di ossigeno. 

A questo punto, lo immaginiamo, ti starai chiedendo quale sia la tipologia più adatta alle tue esigenze.

Quale conviene comprare?

Come avrai capito le macchine a campana sono scelte principalmente da chi ne fa un uso professionale; si tratta di attrezzi che creano un vuoto elevatissimo (il 99%) e danno la possibilità di mettere sottovuoto anche i liquidi permettendoti perfino la cottura sottovuoto. Le macchine ha campana, invece, garantiscono un vuoto del 90%, che comunque è considerevole.

Entrambi le tipologie quindi possono fare al caso tuo. Il consiglio che possiamo darti però è quello di optare per una macchina sottovuoto professionale che ti assicurerà sempre una tenuta migliore e delle prestazioni più sicure, mettendoti al riparo da tutti i problemi che la cattiva conservazione degli alimenti possono generare.

Quali sono le marche migliori sul mercato?

Anche qui, rispondere non è affatto semplice. I produttori di macchine per il sottovuoto sono tantissimi. Quello che possiamo fare per te però è darti una lista dei produttori più noti che offrono articoli dall’ottimo rapporto qualità-prezzo e che abbiano anche una buona assistenza post-vendita, e ricambi facili da trovare.

Fama

Fondata oltre 65 anni fa, Fama è ancora un’azienda a conduzione familiare. L’intero team è mosso da una continua voglia di innovazione che la spinge a mettere sul mercato, anno dopo anno, un’ampia gamma di prodotti e di attrezzature per la ristorazione. Tra questi, appunto, proprio le macchine sottovuoto (oltre cinque articoli), distribuiti in Italia e nel mondo. 

Reber

Alla precedente azienda emiliana, si affianca la Reber. Questa azienda mantovana mette sul mercato macchine per il sottovuoto che, oltre a garantire saldature perfette, assicurano un risparmio energetico (anche del 40%), salvaguardando la tua salute e il costo della tua bolletta.


A questo punto, speriamo di aver fatto maggiore chiarezza. Se avessi ancora bisogno di chiarimenti o di aiuto nella scelta, però, non esitare a contattarci. Saremo felici di guidarti!